Eventi ordinari

Festa di San Giovanni Paolo II In evidenza

San Giovanni Paolo II ha indicato la via da seguire: partendo dalla contemplazione del Volto di Cristo, l’umanità scopre il senso vero della proprio destino. E’ l’uomo che vede se stesso nel volto glorioso di Cristo. In Giovanni Paolo II il cristianesimo è stato annunciato al mondo come la strada per la felicità dell'uomo. Di fronte a tutti i nichilismi e gli scetticismi, egli ha gridato la vittoria di Cristo come avvenimento presente nella compagnia della Chiesa. Come l'ha gridato? Con la sua testimonianza imponente. Come l’Apostolo Paolo, San Giovanni Paolo II ha riempito tutto il mondo del Vangelo di Cristo nell'unico modo possibile: incarnandolo, facendo vedere a tutti cos'è il cristianesimo. Si è immedesimato in Cristo. È diventato una sola cosa con Cristo, il Buon Pastore che ama le sue pecore. Grazie Karol.

Giovedì 22 Ottobre

ore 17.15: Coroncina della Divina Misericordia

ore 18.00: Celebrazione Eucaristica in onore di San Giovanni Paolo II

Visualizzala locandina

Leggi tutto...

Nuovi spazi in Parrocchia In evidenza

Nuovo sguardo e passione antica. La piazza oltre il cortile. Dopo anni di lettere, documenti, carte bollate e fatica il fabbricato di Via Messina al civico 61-63 è stato demolito a carico della Parrocchia (15,000 €) Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini. E naturalmente lo spazio sarà dedicato ai giovani nella stagione giubilare. Continuiamo a credere nel nostro sogno…nonostante tutto!

L’Italia di sempre: quella dei santi e dei poeti, degli eroi e dei navigatori, dei matti e di grandi calciatori, dei grandi statisti e di poveri illusi ciarlatani che si spacciano per critici d’arte. La terra dei geni e di grandi artisti! Un museo a cielo aperto!

Ci si scaglia contro un rudere che non ha alcun valore o interesse culturale ma si chiude il Colosseo ai turisti, si fanno crollare le autostrade… come anche non dir nulla sulla destinazione d’uso o sulla trasformazione dei beni incamerati dopo il 1860! Dimenticavo siamo nella terra dei cachi…e dei grandi architetti!

Guarda il Video

Se vuoi dare un tuo contributo per far fronte alle spese della demolizione e ricostruzione contatta don Salvatore Rumeo oppure:

PARROCCHIA SACRO CUORE

C/C PRESSO BANCA PROSSIMA

IBAN: IT56 G033 5901 6001 0000 0117 348

Leggi tutto...

Tu mio compagno di viaggio In evidenza

Quando il sole scende

ormai stanco

a trovare riposo

mi lascio sfiorare

dall’azzurro del mare.

 

E lo sguardo io perdo

nello sconfinato orizzonte,

dove il Cielo bacia

le acque del mondo!

Tu, mio Compagno di viaggio!

 

E sento vibrare

nel cuore

un brivido nuovo:

come la sabbia del mare

mi lascio bagnare

dall’infinito Tuo amore!

 

Dinanzi a Te

tendo le mani

e vado oltre

gli infiniti spazi

dell’anima Tua.

 

E lo sguardo io perdo

nello sconfinato orizzonte,

dove gli occhi Tuoi

mi svelano il mondo.

Tu, mio Compagno di viaggio!

 

E sento vibrare

nel cuore

un brivido nuovo:

come la sabbia del mare

mi lascio bagnare

come in un patto d’eterno amore!

 

Guarda il Video

Leggi tutto...

Dal Discorso di ringraziamento di don Salvatore Rumeo in occasione della celebrazione del XXV anniversario dell’Ordinazione sacerdotale In evidenza

«”Tu mio compagno di viaggio” nel segno della «locanda di Emmaus». È alla comunità del Sacro Cuore che va la mia singolare gratitudine perché da pellegrino, continuo a sostare dinanzi ad una tavola imbandita che narra la Presenza del Risorto. Spendersi per Cristo significa governare e rigovernare una locanda dove il passo stanco del pellegrino può trovare riposo e ristoro sapendo che lì ci si può sedere a mensa con il Signore: e incontrarLo veramente. Trentotto anni fa fu il seminario a prendermi per mano e a formarmi come sacerdote, oggi è il popolo di Dio affidatomi che mi prende per mano e continuamente mi forma come pastore. In questa locanda trovo la Sua gente, i volti giovani e quelli rugosi, le mani lisce e quelle incallite, le voci fresche e quelle stanche, le lacrime e i sorrisi, la vita dei singoli gruppi, la generosità dei benefattori e la storia degli uomini e delle donne del nostro tempo senza la quale un sacerdote sarebbe monco».

Leggi la versione integrale del discorso

Leggi tutto...

Log in