Gruppi e Movimenti

Aquila e Priscilla

Il Gruppo "Aquila & Priscilla" nasce per ispirazione dello Spirito Santo con cenacoli che si svolgevano nelle famiglie, proprio come le prime comunità cristiane. Per le stesse finalità missionarie e per la tipologia dei partecipanti (tutti coniugi), ci siamo ispirati ai santi coniugi Aquila & Priscilla che riunivano la comunità cristiana nella loro casa. (1 Cor 16,19)

Dopo un periodo considerevole di discernimento e di preghiera, all’inizio dell’anno pastorale 07-08, il gruppo si è inserito in parrocchia divenendo in poco tempo una realtà viva nell'ambito parrocchiale. Dal mese di Ottobre 2008, cammina in comunione con la vocazione e il carisma della comunità“Centro Familiare Casa della Tenerezza” di Perugia  e si propone di realizzare un cammino di preghiera, di crescita formativa, di evangelizzazione, di condivisone e impegno apostolico a servizio della Chiesa locale.

Il gruppo si riunisce ogni giovedì e venerdì dalle ore 20,00 fino alle ore 21,30 circa, con un servizio baby-sitter che intrattiene i bambini con il gioco e la preghiera. E’ composto da circa 20 coppie di coniugi ed alcune coppie di fidanzati, i quali si incontrano in un clima di fraternità pasquale per vivere la preghiera e l’ascolto della Parola di Dio, nell’unione fraterna e nella condivisione del cibo, proprio come le prime comunità cristiane dopo il giorno di Pentecoste (At 2,42).

Ogni mese il gruppo, vive il proprio ritiro, per verificare il cammino di coppia mediante un colloquio con i sacerdoti della parrocchia al fine di individuare le difficoltà di ordine spirituali, psicologici e morali della vita di coppia, alla luce del Vangelo in sintonia con le linee guida della spiritualità della Casa della Tenerezza di Perugia.

Il fine di questo gruppo si evidenzia in cinque profili essenziali:

  • Vivere un’esperienza di contemplazione orante da realizzare nell’ascolto della Parola di Dio e nella preghiera comunitaria, ponendo al centro l’invocazione del Nome di Gesù;
  • Curare la formazione spirituale delle coppie, con assiduità e sulla base di fondamenti teologici adeguati, in continuità con il carisma della Casa della Tenerezza e le sue pubblicazioni;
  • Sperimentare una spiritualità di condivisione che valorizzi ogni vocazione e gli stati di vita come risorsa e manifestazione in atto di un’autentica ecclesiologia di comunione;
  • Orientare a fare dei componenti del gruppo dei profeti della tenerezza amante di Dio, in ogni ambiente di vita e di lavoro, nella comunità ecclesiale e nella società civile, con la scelta peculiare di mettersi a servizio delle coppie in difficoltà e accompagnarle nella fase di discernimento e di riscoperta della grazia del sacramento nuziale;
  • Preparare ad un’azione attiva dei componenti – secondo le possibilità di ognuno – per l’incremento di “politiche familiari” corrispondenti alla centralità della famiglia nella società e per l’affermazione del diritto inalienabile dei bambini alla tenerezza.

È opportuno prevedere una gradualità di cammino, nel quadro di una prospettiva pedagogica di maturazione graduale crescente:

  • Alla fine del primo anno, una promessa di tenerezza come impegno per orientare a fare della tenerezza l’anima e il progetto della propria vita personale e di coppia;
  • Alla fine del secondo anno, un patto di tenerezza quale segno di alleanza con Dio-Tenerezza e accettazione della spiritualità della tenerezza come stile di vita;
  • Alla fine del terzo anno, l’emissione del voto temporaneo di tenerezza come atto di consacrazione alla Divina Tenerezza e opzione della spiritualità della tenerezza come gioia di essere, amare, adorare.

Dopo tre anni di frequenza al Gruppo Spiritualità della Tenerezza, continui e ininterrotti, avendo vissuto i passaggi previsti, dal quarto anno in poi il voto di tenerezza è vissuto come definitivo, pur essendo rinnovato ogni anno. Per ogni tappa è prevista una cerimonia specifica anche alla presenza del Vescovo.

Gli obiettivi che il gruppo “Aquila & Priscilla“ si prefigge sono:

Ad intra : formare operatori di pastorale matrimoniale-familiare;

Ad extra: formare formatori di evangelizzatori mediante la frequenza di appositi corsi, affinché si realizzino le parole profetiche del Servo di Dio Giovanni Paolo II al n° 17 della Familiaris consortio: Famiglia diventa ciò che sei !” Famiglia credi in ciò che sei! Una buona notizia per il terzo millennio.

Itinerario di fede

Il Cammino di Evangelizzazione Permanente è un cammino di evangelizzazione attraverso il quale l’adulto, già battezzato, prende coscienza del progetto di Dio, che è un progetto di liberazione da ogni male e di piena rinascita in Dio, per cui si sente chiamato a conversione a Cristo.

L’ascolto costante della Parola di Dio conduce il battezzato a rendersi conto della sua povertà, della sua fragilità e del suo bisogno di Dio; Essa gli fa comprendere che Dio lo ama nonostante i suoi difetti, e che ha un progetto di salvezza per lui.

L’adulto, che prende coscienza di questo, accoglie la Parola senza resistenza e si lascia guidare e condurre da Essa.

Il C.E.P. consta di tre periodi caratterizzati da incontri spiritualmente molto forti, convivenze di passaggio. Essi si chiamano: il neofitato, il discepolato, la diaconia.

Il C.E.P. prevede un incontro settimanale e mensilmente, la celebrazione della riconciliazione e il ritiro.

Riconosciuto in Diocesi da Mons. Russotto nel gennaio del 2015 ha celebrato il 25° anno di vita.

Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani (M.A.S.C.I.)

I componenti della Comunità CL 2 “Madre Teresa di Calcutta”, sono adulti Scout, uomini di buona volontà, provenienti da mille strade diverse, con mille motivi diversi, con mille domande diverse. Sono uniti dall’unico vincolo dell’amicizia, dello scoutismo, e del Vangelo. Sono una porzione della grande famiglia della Chiesa italiana, una porzione della grande famiglia di coloro che hanno scoperto che la vera felicità è servire Dio e il prossimo, è far vivere l’amore di Dio nella donazione disinteressata agli altri. Sono esploratori della verità nel cuore, nel creato, nella città. Attraverso il loro impegno educativo, si sentono chiamati ad una grande sfida: ridire la verità dell’uomo con parole che non suonano lontane o incomprensibili alla sensibilità del nostro tempo.

Rinnovamento nello Spirito “Germoglio”

Obiettivi:

  • Ristabilire un contatto più intimo con i componenti del gruppo per confortarli, sostenerli e confermarli nella loro vocazione di Cristiani e di membri del RnS, avviarli ad una più intima frequentazione dei Sacramenti.
  • Formare l’equipe dell’Intercessione.
  • Formare un’equipe per la catechesi permanente per gli effusionati.

Contenuti:

  • Gruppo A – La preghiera cristiana – la preghiera liturgica – il soffio dello Spirito nella preghiera – la lode – cantare a Dio con arte – l’intercessione – la dimensione comunitaria della preghiera – la dimensione carismatica della preghiera comunitaria – la glossolalia- i carismi profetici – l’Eucarestia –il dono della riconciliazione)
  • Gruppo B – Una chiamata fondata sulla promessa di Gesù – L’esperienza generante la comunità: l’effusione pentecostale dello Spirito Santo – La prima comunità cristiana – La condivisione – Gli attentati alla realizzazione della vita fraterna – Servizi e diaconie nella comunità – Dalla diaconia alla missione.
  • Gruppo C – L’Amore di Dio – Il peccato – La salvezza – La fede – La conversione – La signoria di Gesù – La preghiera di effusione dello Spirito Santo – Lo Spirito Santo e i carismi – La comunità… e il discepolato.

Parrocchia:

  • Svolgere attività atte ad interagire con gli altri gruppi della Parrocchia, operando al fine di servire tutto il popolo di Dio. e collaborando, secondo le nostre possibilità, con P. Rumeo. Essere lievito per diffondere la cultura della Pentecoste e la Nuova Evangelizzazione. Individuare e curare il gruppo dell’Evangelizzazione.
  • Incontri periodici con i sacerdoti della Parrocchia.
  • Pre-seminario e Seminario di Effusione.

Rinnovamento nello Spirito “Sacro Cuore”

Il gruppo R.n.S. è un gruppo ecclesiale formato da circa cinquanta persone che si riuniscono settimanalmente il Martedì.

È guidato dal coordinatore, dal pastorale e da un sacerdote che ne è l’assistente spirituale. Gli incontri sono finalizzati alla concretizzazione ed all’incarnazione nella vita di ciascuno, sotto l’azione dello Spirito Santo, dei valori e degli insegnamenti della rivelazione e della tradizione della Chiesa. Ciò fa si che l’appartenenza al gruppo porti a fare una profonda esperienza dell’incontro personale con Gesù Salvatore, riconosciuto “Signore della propria vita, resa nuova nello Spirito”.

Frutti dell’inizio di questa nuova vita sono: il gusto alla preghiera personale e comunitaria; la disponibilità agli appelli dello Spirito mediante il servizio sia verso i fratelli del gruppo, sia verso tutta la comunità parrocchiale; un contatto più assiduo con la Sacra Scrittura; il desiderio di donarsi totalmente a Cristo.

Durante gli incontri viene privilegiata la preghiera spontanea di lode e di ringraziamento ma è dato anche ampio spazio alla preghiera su brani biblici ed alla preghiera di intercessione, che vengono sottolineate da canti e da gesti intonati al momento che si vive. In ogni incontro non manca la catechesi.

Log in